MULTA AL SEMAFORO SE NON VIVA VOCE O UN SOLO AURICOLARE IN AUTO

02 novembre 2020

Anche se sei fermo al semaforo scatta la sanzione per chi usa il cellulare

Con altra ordinanza, la n. 23331/2020, la Cassazione bacchetta gli utenti della strada per evidenziare il divieto di fare uso di apparecchi radiotelefonici anche durante l'interruzione di marcia del veicolo dovuta a esigenze della circolazione.

 

La sentenza è interessante per tre aspetti, di cui spesso gli utenti tendono a sottovalutare anche in sede di impugnazione della multa:

1)  In questi casi il verbale fa piena priva fini a querela di falso, ciò significa che se si vuole impugnare nel merito il fatto, non basya solo contestare un fatto contrario, ma occorre procedere con una specifica procedura quale è quella della querela di falso in sede civile.

2)  per arresto si intende l'interruzione della marcia del veicolo dovuta ad esigenze della circolazione e, in questi casi, permane il divieto di fare uso di apparecchi radiotelefonici;

3)  Come noto, l'art. 173, comma 2, del Codice della Strada, vieta al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all'art. 138, comma 11, e di polizia. Viene, invece, consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguata capacità uditiva ad entrambe le orecchie che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani.

Dunque, per parlare al cellulare in auto e non incorrere in multa occorre o parlare in viva voce o mettere un solo auricolare e non entrambi!

 

Archivio news

 

News dello studio

dic7

07/12/2020

Assegno di mantenimento figli: la madre mantiene la  legittimazione attiva ad agire nell'azionare il precetto per il recupero degli arretrati dell'assegno di mantenimento per il figlio maggiorenne

Assegno di mantenimento figli: la madre mantiene la legittimazione attiva ad agire nell'azionare il precetto per il recupero degli arretrati dell'assegno di mantenimento per il figlio maggiorenne

La Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 27602 del 3 dicembre 2020 ribadisce alcuni principi in materia di assegno di mantenimento ed opposizione a precetto Il caso: L.V. impugna la sentenza della Corte

nov24

24/11/2020

Coniuge tradito: in caso di depressione profonda si può chiedere il risarcimento danni

Coniuge tradito: in caso di depressione profonda si può chiedere il risarcimento danni

Ormai da tempo la Giurisprudenza di legittimità ha riconosciuto l'infedeltà coniugale come causa di danni non patrimoniali risarcibili, se lede diritti costituzionalmente garantiti. La

nov24

24/11/2020

Cosa sapere in caso di voli cambiati e/o cancellati: esistono le due diversi opzioni della compensazione e/o del risarcimento danni. Vi sono, però, due giudici diversi a seconda di ciò che si chiede.

Cosa sapere in caso di voli cambiati e/o cancellati: esistono le due diversi opzioni della compensazione e/o del risarcimento danni. Vi sono, però, due giudici diversi a seconda di ciò che si chiede.

In questo periodo di Covid -19, ove gli spostamenti sono fortemente condizionati dalle esigenze sanitarie e dove chi si sposta lo fa per lavoro o per necessità, ad esempio visite mediche oltre

News Giuridiche

lug13

13/07/2024

Operatività CFC semplificata per le controllate estere con bilanci revisionati

Introdotto un calcolo agevolato per la

lug12

12/07/2024

Il nuovo Esame avvocato: riflessioni di un Ispettore ministeriale

La sessione 2023 si è svolta con modalità